Le zecche sono aracnidi (non insetti) molto comuni. Amano il clima caldo-umido e per questo motivo sono attive soprattutto nella bella stagione, dopo i rovesci di pioggia. Molti pensano che il loro habitat ideale sia solo il sottobosco, ma in realtà si possono trovare facilmente anche nel giardino di casa. In Europa le infezioni da zecca sono addirittura più diffuse delle patologie veicolate dalle zanzare e i cani sono gli animali più colpiti, a differenza dei gatti che hanno difese immunitarie più resistenti.

Ma quanto sono pericolose le zecche per il tuo animale? Vediamolo insieme.

con la profilassi previeni le infezioni da zecca pericolose per il tuo cane

Quali sono le infezioni da zecca più comuni?

Le punture delle zecche, di per sé, non sono particolarmente pericolose. Il rischio vero e proprio è rappresentato dalla saliva di questi parassiti, che può contenere agenti patogeni. Attraverso il morso, la saliva può trasmettere all’animale batteri e parassiti, causa di infezioni e malattie gravi.

  • Malattia di Lyme o borreliosi
    Tra le più conosciute, c’è la borreliosi o malattia di Lyme, che può mettere a rischio la vita del tuo cane. Si tratta di una patologia subdola per il modo in cui si manifesta: i sintomi possono comparire numerose settimane dopo il morso di una zecca infetta, sono piuttosto vaghi e possono manifestarsi diversamente da un animale all’altro. Alcuni dei sintomi più comuni sono fiacchezza, febbre, mancanza di appetito, zoppia e linfonodi ingrossati. La malattia di Lyme però può provocare anche problemi al cuore, ai reni e al sistema nervoso.
  • Ehrlichiosi
    Un’altra delle malattie più diffuse è l’erlichiosi, che causa nell’animale febbre alta, sonnolenza, perdita di appetito e di peso e una serie di altre conseguenze a carico del sistema nervoso e scheletrico.
  • Piroplasmosi o babesiosi
    L’ultima tra le malattie più comuni trasmesse dalle zecche è la piroplasmosi, anche detta babesiosi. Si manifesta con febbre, fiacchezza, anemia e ingrossamento della milza.

Quali sono i rischi per l’uomo?

Le malattie elencate finora sono trasmissibili all’essere umano. A queste si aggiunge anche la MEVE e tutte e quattro sono pericolose perché possono provocare disturbi permanenti al sistema nervoso.

Le punture di zecca sull’essere umano di solito passano inosservate perché non sono dolorose, quindi sta a noi prestare particolare attenzione se facciamo attività outdoor a stretto contatto con la natura.

Come difendere il tuo cane dalle zecche?

Per proteggere il tuo cane dalle infezioni da zecca ci sono tre cose che puoi fare.

  1. Dopo che l’animale ha trascorso del tempo all’aria aperta in una zona a rischio, come un bosco o un prato con l’erba alta, controlla sempre la presenza di zecche. Le parti generalmente più interessate dalle punture di zecca sono le orecchie, l’addome e le zampe.
  2. Se ti capita di trovarne una, provare a staccare la zecca con delle pinzette, afferrandola per la testa e ruotando con delicatezza. È importante rimuovere la zecca intera, o la testa potrebbe restare attaccata all’animale. Se temi di non riuscirci, rivolgiti al tuo veterinario.
  3. Come sempre accade nel caso dei parassiti, la prevenzione è la prima regola per evitare al tuo cane le punture di zecca e scongiurare la comparsa di malattie anche gravi. Chiedi al tuo veterinario, che saprà consigliarti sulla profilassi più adatta al tuo animale e alle sue abitudini di vita. Contro la malattia di Lyme potete anche valutare la vaccinazione.

Per altre informazioni o per prendere appuntamento con il Dottor Mancuso, contattaci.

Visite in Ambulatorio

Riceviamo solo su appuntamento e possiamo accogliere una persona per volta.
Ricordati di indossare mascherina e guanti.